Ascom Imperia

» News

Speciale shopper

News

Introduzione al nuovo DLGS
Il 9 novembre u.s., il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare lo schema di Dlgs di recepimento
della direttiva 2015/720/UE che modifica la direttiva 94/62/CE per quanto riguarda la riduzione dell’utilizzo
di borse di plastica in materiale leggero. Ricordiamo che la direttiva 94/62/CE, era stata adottata al fine di
prevenire o ridurre l’impatto degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio sull’ambiente. Non prevedeva
misure specifiche sull’utilizzo di borse di plastica, che, ai sensi della stessa direttiva, costituivano un
“imballaggio”.
Normativa attualmente vigente in Italia
Considerato l’elevato livello di inquinamento ambientale riconducibile ai rifiuti di borse di plastica dispersi
specialmente nei corpi idrici, il legislatore italiano ha voluto muoversi ancor prima di quello europeo
adottando norme specifiche volte all’eliminazione dal commercio delle borse di plastica monouso, ad
eccezione di quelle conformi ai requisiti di biodegradabilità e compostabilità contenuti nella norma En
13432 recepita con la norma nazionale Uni En 13432:2002.
Ai sensi del Dl 25 gennaio 2012, n. 2, convertito in legge 24 marzo 2012, n. 28 è, pertanto, attualmente
vigente in Italia l'obbligo di utilizzo di sacchetti monouso biodegradabili e compostabili ai sensi della norma
Uni 13432:2002. Tutti gli altri sacchetti monouso sono banditi.
Per le buste riutilizzabili le caratteristiche previste sono:
borse di plastica riutilizzabili con maniglia esterna alla dimensione del sacco
• spessore singola parete superiore ai 200 micron utilizzati per trasporto in esercizi che
commercializzano generi alimentari
• spessore singola parete superiore ai 100 micron utilizzati per trasporto in esercizi che
commercializzano esclusivamente merci o prodotti diversi dai generi alimentari
borse di plastica riutilizzabili con maniglia interna alla dimensione utile al sacco
• spessore singola parete superiore ai 100 micron utilizzati per trasporto in esercizi che
commercializzano generi alimentari
• spessore singola parete superiore ai 60 micron utilizzati per trasporto in esercizi che
commercializzano esclusivamente merci o prodotti diversi dai generi alimentari
E’ altresì consentita la commercializzazione di sacchetti realizzati in carta, in tessuti di fibre naturali, in fibre
di poliammide e in materiali diversi dalla plastica.

Archivio